Ristrutturazione Faro Capo Spartivento

faro-capo-spartivento

Nel 2015 siamo stati scelti quali fornitori dei prodotti Kerakoll per la ristrutturazione della Residenza Semaforisti del Faro di Capo Spartivento. Nello specifico nella fornitura dell’intonaco Tasciugo 1a e 2a mano, un intonaco che disidrata i muri umidi in profondità lasciando i muri sani, asciutti e disidratati in modo definitivo grazie alle capacità di smaltimento dell’acqua assorbita dalla muratura.

Costruito nel 1854 dalla Marina Militare Italiana, il Faro di Capo Spartivento fu uno dei venti fari reali voluti da Vittorio Emanuele di Savoia, le cui iniziali capeggiano ancora nel fregio in ferro battuto che sovrasta la porta d’ingresso.
Mitragliato dagli aerei americani durante la Seconda Guerra Mondiale, l’edificio subì al termine del conflitto il suo primo e unico restauro.
Ospitò la famiglia dei faristi fino agli anni ‘80, quando l’automazione spazzò via i cambi della guardia.

Caduto nell’oblio per oltre 30 anni, nel 2006 ha inizio la seconda vita del Faro.
Una metamorfosi iniziata molti anni prima, un sogno d’infanzia a lungo riposto nel cassetto, un progetto ambizioso divenuto realtà grazie alla passione e alla dedizione di chi ci ha messo la testa, e l’anima.
A tracciare ancora una volta la rotta, il Faro di Capo Spartivento è oggi il primo e unico faro in Italia destinato all’accoglienza, premiato dai vertici della Marina Militare Italiana come esempio di recupero di architettura militare.

(http://www.farocapospartivento.com/it)

 

_MG_6197_MG_6343_MG_6351farocapospartivento-1farocapospartivento-24farocapospartivento-25farocapospartivento-30farocapospartivento-31IMG_2542IMG_2544IMG_2546farocapospartivento-29

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento