Recuperare il sottotetto: cosa dice la legge

Recuperare il sottotetto: cosa dice la legge

Vi serve una camera in più ma non volete cambiare casa e disponete di un sottotetto abbastanza alto da poter realizzare una stanza spaziosa? Per recuperare un sottotetto bisogna consultare le leggi della propria regione e le condizioni che ne determinano la fattibilità oltre che ai requisiti necessari da rispettare. Ma se è possibile tecnicamente è possibile farlo può rivelarsi un ottima soluzione per creare nuovi spazi per la vostra casa.

Quali sono i requisiti per recuperare il sottotetto

Come dicevamo ogni regione ha una legislatura a se, per cui questa è soltanto una panoramica dei requisiti necessari, per avere informazioni più precise è necessario consultare le regole regionali.

Altezze minime

L’altezza affinché un sottotetto sia qualificato come abitabile varia dai 2 ai 2,70 m. In alcune regioni questo limite è abbassato ulteriormente per i locali di servizio come i bagni e i corridoi. Per i paesi montani invece queste quote sono ancora più basse, arrivando fino a 2,10 m per le case sopra ai mille metri in Abruzzo per esempio.

Recuperare il sottotetto
Recuperando il sottotetto è possibile realizzare nuovi spazi

Attenzione perché in molte regioni non è possibile alzare la quota del colmo o modificare la pendenza del tetto per poter ottenere l’altezza minima. In questo caso però le regole specifiche sono molto diverse: in Emilia Romagna non è possibile fare modifiche di altezza e pendenza di nessun genere nei centri storici. Mentre in Sardegna è possibile farlo, nel Lazio anche ma a patto di non superare il 20% della volumetria esistente.

Rapporto aero-illuminante

La legge vuole che per poter rendere abitabile un locale, oltre che all’altezza giusta, deve esserci il giusto rapporto tra la superficie delle finestre e quella del pavimento. Se non presenti infatti è possibile aprire lucernai e finestre per illuminare i locali, ma in alcuni casi si deve comunque rispettare il rapporto aero-illuminante fornito dalla regione.

Altre considerazioni

Detto ciò considerate bene quando decidete come modificare il tetto anche in prospettiva della coibentazione invernale e dell’areazione estiva. Infatti solitamente il sottotetto è un luogo molto freddo d’inverno (perché lontano dalla parte più riscaldata della casa) e molto caldo d’estate perché ovviamente rimane esposto al sole tutto il giorno.

Recuperare il sottotetto
L’altezza per i locali di servizio è ridotta rispetto all’altezza utile per stanze e cucina

Per questo motivo considerate di aggiungere una buona coibentazione interna e o esterna. Magari anche l’installazione dei pannelli solari che proteggono dai raggi e così aiutano ad abbattere la temperatura estiva. Lucernai e finestre possono sì abbassare la temperatura d’estate ma anche far perdere calore in inverno, quindi bisogna studiare bene il locale per trovare il giusto equilibrio..

Le regole comunali e le norme che incentivano la riqualificazione dei sottotetti

Ma le regole da seguire per poter recuperare il sottotetto non sono finite. Infatti non ci sono solo le regole Regionali, ma in molti casi le cose cambiano da Comune a Comune. Così in Liguria, Piemonte, Sicilia, Sardegna occorre verificare presso i Comuni per essere sicuri di quali sono i criteri da seguire. In Friuli Venezia Giulia per i sottotetti, per esempio, il recupero ad abitazione è permesso solo su edifici destinati almeno in parte a residenza.

In alcuni comuni della Lombardia invece è possibile recuperare i sottotetti di un’edificio (solo ad uso residenziale) entro un limite del 25% della superficie della pavimentazione complessiva.

Tutta via però nell’ottica per il contrasto al consumo di nuovo suolo il Governo ha incentivato la riqualificazione dei sottotetti per l’utilizzo residenziale. Questo può essere utile sia per rispondere alla carenza di alloggi, sia per sfruttare in modo più efficiente suolo già urbanizzato. I Comuni dovrebbero aver recepito e integrato nei loro regolamenti edilizi o nei loro piani regolatori tali parametri, verificate che nel vostro sia già così.

Leave a Reply

Your email address will not be published.