Trasformare il balcone in veranda: è edilizia libera?

Trasformare il balcone in veranda: è edilizia libera?

Trasformare il balcone in veranda è una scelta che cambierà radicalmente la vostra vita e la vostra casa. Avrete più spazio, più luce, più vivibilità. Farlo non è difficile, né troppo dispendioso, l’importante è sempre fare tutto in regola, chiedendo tutte le certificazioni del caso.

Perché costruire una veranda?

Una veranda dona tutto un altro aspetto alla nostra abitazione. La rende senza dubbio più elegante, ma anche, e soprattutto, più accogliente e funzionale.

Trasformare il balcone in veranda
Trasformare il balcone in veranda

Non solo avremo uno spazio extra da sfruttare 12 mesi l’anno, ma esso ci permetterà di godere dello “spazio aperto” anche nei mesi invernali. Di godere della luce del sole anche quando fa troppo freddo per uscire all’aperto Di reinventare uno spazio che potrà diventare la nostra nuova sala da pranzo, zona relax o zona giochi per i nostri bambini.  

I balconi sono spazi davvero utili e sfruttati nel corso dei mesi estivi, ma nei mesi più freddi questi spazi vengono, purtroppo, abbandonati. Questo rende la casa “più piccola” nei mesi invernali, non riuscendo a sfruttare a pieno tutta la sua superficie. Chiudere il balcone con una veranda è un’ottima soluzione per sfruttare al meglio tutti gli spazi dell’abitazione.

Inoltre, le verande ci aiutano anche a ridurre considerevolmente il consumo energetico per l’illuminazione e il riscaldamento. Questi spazi, infatti, diventano degli “accumulatori” di luce e calore, diventando una zona giorno perfetta per tutte le esigenze.

La realizzazione di una veranda è edilizia libera?

Arriviamo ora alla domanda fondamentale: la realizzazione di una veranda è edilizia libera?

Bisogna fare molta attenzione, perché tutto ciò che aumenta la volumetria dell’edificio e ne cambia la sagoma non può rientrare nell’edilizia libera.

Trasformare il balcone in veranda
Trasformare il balcone in veranda

Secondo Regolamento Edilizio la definizione univoca di veranda è: “un locale o uno spazio coperto avente le caratteristiche di loggiato, balcone, terrazza o portico, chiuso sui lati da superficie vetrate o con elementi trasparenti e impermeabili, parzialmente o totalmente apribili”.

La realizzazione di una veranda, anche se questa non avviene da zero, ma si sviluppo laddove un tempo c’era un semplice balcone, non può rientrare nell’edilizia libera.

Essa richiede, quindi, il permesso di costruire.

Il permesso di costruire

Quindi, prima di iniziare i lavori per trasformare il balcone in veranda bisogna ottenere il permesso di costruire presso il proprio comune.

Il permesso di costruire viene, solitamente, rilasciato senza alcun problema se la volumetria residua dell’edificio è sufficiente per la costruzione.

Trasformare il balcone in veranda
Trasformare il balcone in veranda

Tuttavia c’è ancora molta confusione a riguardo. Perché secondo il Glossario delle opere di edilizia libera, la necessità o meno del permesso di costruire dipende dalla temporaneità della costruzione. Quindi, se la nostra veranda è completamente removibile e il suo utilizzo è solo temporaneo, non necessiterebbe di tale permesso e potrebbe rientrare nell’edilizia libera.

Va detto però che è praticamente impossibile che la veranda sia considerata edilizia libera, anche se completamente removibile. Essa, infatti, anche se realizzata completamente in vetro e con materiali leggerissimi, è comunque una struttura stabile che aumenterà la volumetria della casa.

Se invece la struttura è fissa, anche solo in minima parte, modificando sostanzialmente la precedente struttura del balcone, allora il permesso di costruire è d’obbligo.

Se ci troviamo in un condominio

Ovviamente, un discorso a parte è da fare se ci troviamo in un condominio. Il discorso appena fatto è valido in caso di abitazione singola. Se la nostra abitazione si trova all’interno di una residenza condominiale allora sapremo che qualsiasi costruzione necessita di più permessi.

Trasformare il balcone in veranda
Trasformare il balcone in veranda

Prima di recarci al comune per esaminare i regolamenti comunali e richiedere il permesso di costruire, qualora serve, è bene controllare il regolamento condominiale.

Appurato che è prevista la modifica del balcone per trasformarlo in veranda, da parte di un condomino, dobbiamo sempre fare attenzione che tale modifica garantisca il decoro e la sicurezza della struttura.

Carte alla mano, prima di procedere con i lavori è sempre bene intervenire nel corso dell’assemblea condominiale.

Leave a Reply

Your email address will not be published.